PRESSKIT ESTATE 2020

HIGHLIGHTS

Quali sorprese riservano Crans-Montana?

Highlights_435_290

EVENTI

Gli eventi di quest'estate

Events_435_290

FAMIGLIE

Una destinazione che vizia le famiglie

Famille_ete_435_290

SPORT

Energia da vivere

Article4

NATURA

Libertà allo stato puro

Nature_435_290

CULTURA

Terra da scoprire

Article6

CARPE DIEM

Un momento tutto per voi

Carpe_diem_spa_435_290

STORIA

Dal 1893 innovativa per tradizione

8

ACCESSO

Facilmente raggiungibile

Article10

MATERIALE VISUALE

Visuale

2

PRESSKIT ESTATE 2020 - STORIA

CRANS-MONTANA, DAL 1893 INNOVATIVA PER TRADIZIONE

Scoprite la storia di Crans-Montana durante le diverse escursioni che vi consentiranno di trovare le 12 lettere della località, accompagnate da video-ritratti di personalità locali, installate nell’ambito dei festeggiamenti per i 125 anni di Crans-Montana. L’occasione per mettere in luce le principali attrattive della località e scoprire qualcosa di più su questa destinazione storica.

Il destino turistico dell’« Haut-Plateau » nascerà dalla passione di un vallesano, Louis Antille che aprirà, con Michel Zufferey, un albergatore di Sierre, il primo albergo, nel 1893 : l’hotel du Parc.

 

Nel 1896, il Dr Théodore Stephani (1868-1951), un medico di Ginevra che però lavora a Leysin, porta i propri pazienti all'Hôtel du Parc. Un altro pioniere che sarà determinante per la nascita di Montana come località di cura. Le sue 1300 fotografie ci consentono di immaginare la Crans-Montana di un tempo, le sue risorse climatiche intorno ai laghi, l'aria buona delle Alpi e il sole, elementi all'origine del marketing della località. Dal 1905, fu socio fondatore della Società di Sviluppo di Montana, di cui fu poi Presidente fino alla Seconda Guerra mondiale. Grazie a lui, tante personalità soggiorneranno a Montana, come Ferdinand Hodler (1853-1918), venuto a far visita al figlio Hector malato di tisi, come veniva chiamata allora la tuberculosi. Nel 1915, Hodler dipingerà una decina di quadri, tutti intitolati Laghi di Montana, rivelando così un paesaggio fuori dal comune. Nel 1921, la scrittrice neozelandese Katherine Mansfield (1888-1923) ha appuntamento con il medico per iniziare una cura. Qui scriverà delle novelle, Montana Stories. Negli anni Venti, Montana è definita "Perla delle Alpi".

 

Uno dei primi nuclei architettonici è nato intorno alla funicolare, che risale al 1911. Non lontano, viene eretto un primo Sanatorio, il Beauregard, costruito nel 1899 su iniziativa del Dr Stephani, che però fallirà. Rilevato nel 1904 dagli inglesi della società Lunn, il Sanatorio sarà trasformato nel Palace. In seguito alla crisi del 1929, questo primo Palace di Montana sarà venduto e diventerà l’hôtel Bellevue. Oggi, è la più grande clinica oncologica della Svizzera, la Clinique Bernoise: infatti, dopo la Seconda Guerra mondiale, il Canton Berna ha acquistato quello che fu l’hotel Bellevue. La Clinique Bernoise è stata realizzata nel 1949 da Jean-Marie Ellenberger (1913-1988), amico del Dr Stephani.

 

Ellenberger segnerà così l'identità della località, con i suoi chalet moderni, le sue chiese e cappelle a Icogne, Crans, Montana, Chermignon, Sierre, fino alla Torre Supercrans (1968) di Vermala.

 

Il pattinaggio, il bob, lo slittino, lo sci o il tennis hanno sviluppato infrastrutture per la gioia di turisti e residenti. Nel 1960, una pista di pattinaggio artificiale accoglie grandi tornei di hockey, ma anche i giochi Interneige del 1967. Trasformata, è attualmente il più grande spazio pubblico della località, non lontano dal centro storico. Dall'alto della collina dell'Hotel du Parc, collina da cui è partita la fondazione del paese, la vista sul panorama grandioso e sul borgo di Crans ci offre l'occasione di parlare brevemente delle origini di questa località, nata intorno alla storia del golf dal 1906 e del suo primo albergo, edificato durante la Prima Guerra Mondiale per accogliere, fra gli altri, i pazienti internati, ma anche le teste coronate. Lo sci sarà il secondo motore economico della località, dopo il golf la cui origine risale agli inglesi del Palace, che hanno creato anche le prime gare di sci. Anche il Dr Théodore Stephani sarà appassionato di sci, come mostrano le sue fotografie scattate nel 1899.

 

La mostra per i 125 anni sul sito di Ycoor ripercorre la storia di Crans-Montana in fotografie, scelte in parte fra quelle del medico, ma anche fra gli scatti di Charles Dubost e Jean Deprez, arrivati durante la Prima Guerra Mondiale e accolti, anche loro, dal Dr Stephani. In veste di Presidente della Società di Sviluppo di Montana, questi ordinerà molte cartoline e cartelloni che rappresentavano la località, per attirare clientela proveniente da tutto il mondo. Dal 1939, i turisti possono godersi, fra l'altro, lo European Master di golf, uno dei Top Events di Crans. I campionati del Mondo di Sci del 1987 hanno lanciato Crans-Montana nell’Olimpo delle grandi località internazionali delle Alpi. Oggi, è in lizza per ottenere i Campionati del Mondo di Sci del 2025.

 

Sylvie Doriot Galofaro, Etnologa e storica dell'arte. Autrice di due libri su Crans-Montana:

  • Un siècle de tourisme à Crans-Montana. Lectures du territoire. Opera collettiva, Ayer, Editions Porte-Plumes, 2005, 211 p.
    Une histoire culturelle de Crans-Montana. Paysages, architecture, arts visuels, littérature et cinéma en Valais. Neuchâtel, Editions Alphil, 2017, 320 p.